SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entusiasmo. Il Porto d’Ascoli, che sta vivendo un momento particolare in questo campionato di Promozione, non ha mai nascosto la volontà di dare una sferzata alle difficoltà. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il nuovo trainer Pino Panetta, subentrato la settimana scorsa a Fabrizio Deogratias.
Benché l’esordio non sia stato dei migliori – sconfitta di rigore con la Sangiorgese – non drammatizza sulla situazione poiché la squadra ha dato riscontri positivi: «Sabato scorso abbiamo fatto una prestazione combattiva. Peccato solo che siamo stati condannati da un penalty. Meritavamo qualcosa in più».
Dalla Juniores alla prima squadra il passo è stato breve: «Ho militato in questa società per tanti anni sia da giocatore che da allenatore. Negli ultimi tre ho guidato il settore giovanile. Sono molto legato al Porto d’Ascoli, è una società importante che ha fatto sempre bene nel territorio. Non posso che essere orgoglioso di allenare la prima squadra».
E sul prossimo avversario dice: «Il Porto Sant’Elpidio? Ce l’andremo a giocare questa partita con rispetto dell’avversario e senza timore. E’ normale che i miei ragazzi siano giù di morale per via dei risultati che non arrivano. Comunque sono attenti, stiamo lavorando sodo e cosa fondamentale con tanto entusiasmo. Speriamo, quindi, di racimolare punti importanti sia per la classifica che per il morale».
BORSINO Narcisi è guarito dalla stiramento al polpaccio di quattro gare fa e Pezzoli rientra dipo aver scontato due turni di squalifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)