ACQUAVIVA PICENA – I 50 dipendenti della Roland Europe per cui è stato annunciato il taglio potrebbero beneficiare di un anno di cassa integrazione prima della messa in mobilità. Questo è emerso dall’ultimo incontro fra Regione, Provincia di Ascoli, Roland e sindacati.

Da parte dei sindacati, comunque, permane la richiesta all’azienda di non procedere alla messa in mobilità fra dodici mesi, adottando piuttosto contratti part-time, contratti di solidarietà, piani di accompagnamento alla pensione.

Ricordiamo che la sede acquavivana dell’azienda giapponese produttrice di strumenti musicali occupa 210 persone. Il nuovo piano industriale, a detta dei sindacati, sarebbe positivo ma realizzabile solo con l’attuale forza lavoro, evitando quindi gli annunciati licenziamenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.210 volte, 1 oggi)