MARTINSICURO – «Questa situazione mi ha molto amareggiato. Ho sempre cercato di avere un comportamento corretto e leale, perciò sono sconcertato dall’atteggiamento di An che da tempo continua a screditare l’operato della maggioranza e in particolar modo del sindaco».

E’ un Di Salvatore pacato nei toni, seppure scuro in volto quello che stamattina, mercoledì 12 novembre, ha indetto la conferenza stampa in Comune per far conoscere le intenzioni della maggioranza riguardo gli ormai palesi disaccordi che intercorrono tra una compagine della Pdl e i due consiglieri di An.

Incomprensioni e divergenze di opinioni che si protraggono ormai da lungo tempo e che né il dialogo né il confronto tra il vicesindaco Luigino Fedeli e l’assessore al Turismo De Luca e il resto dell’esecutivo Di Salvatore sono riusciti a sanare.

«Non siamo più disposti ad accettare che una parte della coalizione – ha proseguito Di Salvatore – si comporti “a corrente alternata” nei nostri confronti e si atteggi a fare l’opposizione come nemmeno i gruppi di opposizione stanno attualmente facendo. Abbiamo perciò deciso di avviare il procedimento amministrativo per la revoca degli assessorati attribuiti ad An».

Le prime avvisaglie di una frattura nei rapporti tra Fedeli e de Luca e il resto dell’esecutivo di Salvatore si era avuta l’estate scorsa con le accuse al primo cittadino di non fare abbastanza per assicurare una effettiva collaborazione della Polizia Municipale in città, seguite poi da rimproveri per gli insufficienti interventi sul territorio nell’ambito della nettezza urbana. E a ruota, assenze in Consiglio comunale e nelle riunioni di giunta, seguite da momentanee distensioni nelle alleanze e improvvise riaccensioni delle scintille.

«Nel corso dei mesi – ha proseguito il primo cittadino – sia io che gli assessori abbiamo continuato a ricevere da An lettere di solleciti e di critiche sul nostro operato. Tutto ciò è pazzesco. Le questioni amministrative non riguardano solo questo o quell’assessore, ma devono essere affrontate insieme da tutta la maggioranza. Per questo ormai è venuto meno il rapporto di fiducia, e di conseguenza sono venuti a mancare i presupposti per poter continuare insieme il mandato amministrativo. A Lattanzi (coordinatore locale di An, ndr) che ci ha accusato di non volerli più in maggioranza perché risultano scomodi, io rispondo che non ci sono più le condizioni poiché sono diventati inaffidabili».

E Di Salvatore, insieme a tutta la maggioranza, presente quasi al completo nell’ufficio del primo cittadino per condividere le decisioni prese, si dice assolutamente pronto ad avviare un confronto anche pubblico con i due consiglieri ex assessori e con il coordinatore locale Lattanzi, affinchè possano essere valutati tutti gli aspetti che hanno portato alla rottura dell’alleanza politico-amministrativa a Martinsicuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 610 volte, 1 oggi)