GROTTAMMARE – L’associazione La Formica non ci sta alle pubbliche dichiarazioni del sindaco riguardanti il mantenimento del circolo tennis “Beretti”, che si trova sul lungomare grottammarese, mette qualche puntino sulle “i”.

In primo luogo l’associazione tocca l’argomento “concessione”: «Le convenzioni scadute da mesi e non rinnovate non sono voci ma fatti, la convenzione con il circolo tennis “Beretti” per la gestione per l’impianto tennistico sul lungomare della Repubblica è scaduta il 30 giugno 2008 e a tutt’oggi non è stata ancora rinnovata, così come anche la convenzione con la Regione Marche proprietaria della struttura scaduta il 22 settembre 2008 e non rinnovata».

L’associazione risponde al sindaco anche per quanto riguarda l’inizio della nota stampa, in cui il Merli affermava che «Una associazione degna di questo nome, nel rispetto delle tante e varie associazioni che in questi ultimi anni sono sorte a Grottammare, prima di inventarsi un caso per avere spazio sulla stampa, avrebbe rivolto una semplicissima domanda all’amministrazione», affermando che «il Sindaco non può offenderci o insultarci con le sue considerazioni sulla nostra associazione. E poi perché tanto astio? Le sue parole ambigue per quanto riguarda il futuro dei campi da tennis non sono chiare, ma invece sono chiarissime e non lusinghiere nei confronti dell’associazione La Formica».

In conclusione la Formica, che si è fatta carico di una raccolta di firme popolari per evitare la chiusura del circolo tennis, chiede al sindaco una semplice e chiara dichiarazione, che «la struttura del lungomare durante il mio mandato non subirà alcuna modifica».

La raccolta firme, in programma per il 10 e l”11 novembre è stata spostata a domenica 16 novembre in piazza Fazzini dalle 10,30 – permessi permettendo – perché per i giorni della fiera di San Martino all’associazione non è stato consentita la raccolta firme con un divieto di sottoscrizioni, approvato con un regolamento dalla giunta comunale il 16 ottobre. «Divieto ad hoc», ironizza la Formica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 925 volte, 1 oggi)