PORTO SAN GIORGIO – E’ un risultato positivo e inatteso quello che si presenta all’indomani di Sutor Premiata contro Angelico Biella, che conferma la squadra di Montegranaro a 8 punti insieme alla Lottomatica. Fondamentali per la vittoria sono stati difesa e rimbalzi, ma anche, spiega Coach Alex Finelli a fine gara, quella capacità di «rinunciare ai tiri da 3 per entrare nell’area».

Contro il talento degli esterni di Biella, la precisione delle scelte adottate nell’ultima parte dell’incontro ha determinato la risoluzione del match. Complici anche, come fa notare l’allenatore gialloblu, «la crescita di Filloy che è stato importantissimo nel terzo e quarto tempo, sia in attacco che in difesa, e la qualità dei minuti in campo di Helliwell che è stato eccellente nel tamponare i pick ‘n roll di Biella, alzando la qualità della nostra difesa».

La lucidità dimostrata nella gestione dei palloni che contano ha determinato le 23 palle recuperate contro le 15 perse. Con appena  4 settimane di allenamenti, sostenere l’intensità del lavoro nei 40 minuti è, per Finelli, «uno sforzo mentale enorme». Ma con l’aiuto di Garris che rappresenta un valido collegamento tra panchina e campo, le percentuali positive si alzano a favore della Sutor. «Cerco solo di far giocare la squadra nel modo in cui l’allenatore la prepara e di far sì che tutti siano, a fine partita, sulla stessa pagina», si schermisce il playmaker della Premiata, ribadendo che l’obiettivo principale ora è quello di «cercare di vincere le partite in casa e cercare di rubacchiarne il più possibile fuori». Cosa che si augurano tutti i tifosi sutorini, soprattutto per la trasferta di Domenica prossima al Palaverde della Benetton Treviso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 514 volte, 1 oggi)