CREMONA – «Un pareggio? Certo che era giusto. Dazzi non è che abbia dovuto compiere parate importanti, mentre il loro portiere è stato più impegnato. La Cremonese è la miglior squadra del torneo, questo ci può consolare». Enrico Piccioni non ha dubbi e spiega come ha visto la sua Samb: «Abbiamo preso un gol quasi in contropiede, con il peso determinante di un rimpallo, ma il calcio è questo. Abbiamo giocato bene in verticale e dopo il loro raddoppio siamo stati bravi e non ci siamo arresi».
Una richiesta moviolistica per il “Baffo”: «Vorrei rivedere la nostra azione d’attacco al 93’, forse c’era un rigore».
E un commento tutto per Emanuele Morini, autore del gol rossoblu, con tanto di tirata d’orecchi “retroattiva”: «Emanuele è entrato in campo con la voglia giusta. Per stare in campo bisogna essere motivati, come stavolta. Non è stato altrettanto motivato in alcune partite recenti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 721 volte, 1 oggi)