SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In casa Grottammare l’entusiasmo è alle stelle dopo la clamorosa vittoria – la prima in campionato – in rimonta ottenuta a Casoli contro la capolista che fino ad allora era imbattuta.
Esaltazione aumentata con la convocazione in nazionale under 18 di Luca Marcatili e la clamorosa notizia dell’acquisto del bomber svincolato Paolo Langella. Ma se da questo si può gioire, preoccupanti sono le condizioni fisiche riguardanti alcuni giocatori che, salvo miracolosi recuperi, difficilmente recupereranno per questa domenica.
Fuori uso sono Domanico il quale ha problemi al gomito, Di Felice e Oddi alle prese con un risentimento muscolare. In forte dubbio anche Pignotti e Vrioni per problemi avuti ieri durante l’allenamento. A loro si aggiungono Paci, Curzi e lo squalificato Polenta.
Si preannuncia l’esordio in porta di Addazi o Damiani con Travaglini (se non recupera Vrioni) che prenderà il posto di Oddi al centro della difesa, Foglini al posto di Polenta e davanti un’inedita coppia d’attacco con Diomedi (se non recupera Pignotti) Langella (o Pasquini) con Puglia in cabina di regia. La squadra di patron Pignotti ha un ritardo in classifica di -3 rispetto lo scorso anno dopo nove gare disputate (7 punti contro i 10 del 2007).
In casa biancoceleste, invece, il morale non è alto dopo la pesante sconfitta interna (nel punteggio) subita domenica contro il Fano. Tuttavia la squadra si presenterà, a parte lo squalificato Coccia e l’infortunato Miani, al completo. La voglia di riscatto è tanta anche per dare subito una gioia al nuovo azionista di maggioranza Marco Mongardini già presidente dell’Arquata e della Floris Bank. In panchina al posto dello squalificato Izzotti ci sarà il vice Terrani. Il Centobuchi ha un ritardo in classifica di -2 rispetto allo scorso campionato dopo nove gare disputate (9 punti contro gli 11 del 2007).
Da quando entrambe le squadre sono in serie D (stagione 2006/2007) i precedenti complessivi che sono 4 (7 se si conta pure la coppa Italia) vedono la formazione monteprandonese in vantaggio di due successi a 0, tre a uno se si contano anche gli scontri in Coppa Italia.
Nello specifico, anche al Pirani, è in vantaggio il Centobuchi che si impose due anni fa per 0-1 (rete di Rosa) mentre la scorsa stagione terminò a reti bianche, cosi come quest’estate quando le due formazioni si incontrarono per il primo turno di coppa. Dirigerà l’incontro il signor Pellegrini di Arco- Riva del Garda (Trento).
GROTTAMMARE: Addazi (Damiani), Nicolosi, Marcatili, Foglini, Del Moro, Vrioni (Travaglini), Adamoli, Rulli, Diomedi (Pignotti), Puglia, Pasquini (Fazzi) (Marini). All. Poggi
CENTOBUCHI: Freddi (Albanesi), Trasatti, Alessandrini (G. Pesce), Croceri, Corradetti, Marranconi (Erbuto), Cesani (Francia), Simoni, Cardinali, Smerilli, Del Grande (Argira). All. Terrani
Questo il quadro completo della decima giornata d’andata del campionato di serie D girone F:
A.Trivento(4)-Recanatese(12), Chieti(5)-Morro d’Oro(7), Elpidiense(10)-Casoli(22), Fano(20)-R.Montecchio(9), Grottammare(7)-Centobuchi(9), Luco Canistro(9)-Pro Vasto(20), Maceratese(6)-Renato Curi(19), N.Campobasso(14)-Tolentino(11), O.Agnonese(15)-Santegidiese(14).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 620 volte, 1 oggi)