SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Andare in bicicletta a San Benedetto è prassi abbastanza usuale: così, alla 66ª “Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessorio” (EICMA), in corso dal 4 al 9 novembre presso la Fiera di Milano, la “Città delle Palme” ha ricevuto il secondo premio in Italia, tra i centri con più di 30 mila abitanti, per le migliori “città ciclabili”. Primo si è classificato il Comune di Merano, terza Civitanova Marche, mentre tra le città capoluogo, il primo premio è andato a Torino, il secondo a Firenze, il terzo a Cremona.
I premi sono stati consegnati dal direttore dell’EICMA Costantino Ruggero, insieme al giornalista sportivo e presidente dell’Associazione Città Ciclabili Marino Bartoletti ed al coordinatore della stessa associazione, Augusto Castagna. Il Comune di San Benedetto era rappresentato dalla funzionaria Mania Cantalamessa, del settore Turismo.
San Benedetto aveva presentato non solo la propria rete di piste ciclabili, da quella sul lungomare a quella di viale dello Sport, ma anche progetti come “Tour in bici”, che tanto successo ha riscosso la scorsa estate, per la scoperta di luoghi e monumenti cittadini, con degustazione di pesce inclusa, o come “C’entro in bici” (in collaborazione con la Provincia di Ascoli Piceno) che consente di utilizzare una delle otto biciclette posizionate nel parcheggio della stazione ferroviaria, o in una delle 70 città italiane in cui lo stesso progetto è attivo. Inoltre, l’analogo progetto per utilizzare una delle dodici biciclette posizionate all’ingresso della Riserva naturale della Sentina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)