GROTTAMMARE – Ancora passi avanti per il nuovo Polo scolastico: è stato firmato nei giorni scorsi, presso lo studio notarile Calvelli di Ascoli Piceno, il contratto preliminare di compravendita dei beni che costituiscono il corrispettivo dell’appalto tra l’impresa appaltatrice dell’opera l’Ati Asfaltronto-Imit e il comune di Grottammare.
Come noto, per la realizzazione del polo scolastico, il Comune si era impegnato a cedere beni immobili a pagamento della costruzione della scuola, cioè le aree adiacenti e l’attuale edificio scolastico in via Dante Alighieri. Contestualmente alla firma, quindi, l’impresa ha versato al Comune la differenza tra il prezzo offerto per l’acquisto di quei beni (5.275.000 euro) e quello offerto per realizzare dell’opera (5.075.000 euro), consegnando un assegno circolare di 200.000 euro.
Il contratto di cessione verrà perfezionato alla conclusione delle opere, cioè alla riconsegna dei lavori già collaudati e pronti all’uso. La firma, tuttavia, costituisce un momento qualificante dell’intera operazione, in quanto rappresenta il primo impegno sostanziale dell’impresa verso la concretizzazione del progetto “Polo scolastico”. Il prossimo passo sarà l’avvio della procedura espropriativa di un piccolo edificio che si trova all’interno dell’area destinata alla scuola e la stipula del contratto di appalto per la progettazione esecutiva e la costruzione dell’opera.
«Con il contratto preliminare di compravendita siamo arrivati alla fase finale di un lunghissimo iter burocratico – osserva il sindaco Luigi Merli – Ora, finalmente, cominceremo ad occuparci realmente della costruzione dell’edificio, una grande risposta nel settore più importante della società civile, la scuola, cioè il futuro della comunità. Esprimo la profonda soddisfazione di tutta la città per questo traguardo raggiunto».
La realizzazione del polo scolastico in zona Ischia è stata aggiudicata in via definitiva lo scorso 25 agosto, dopo un lungo iter di valutazioni sulle due proposte pervenute condotto da una apposita commissione tecnica (il bando era scaduto il 30 novembre 2007).  Il progetto vincitore è stato redatto da un pool di tecnici composto dagli ingegneri Mauro Bracciani e Danilo Filiaggi e dagli architetti Franco Core e Carla Pancaldi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 419 volte, 1 oggi)