MONTEFIORE DELL’ASO – Ottanta anni fa scompariva Adolfo De Carolis, un artista precursore di molte tendenze non solo culturali degli anni a venire. L’amministrazione comunale di Montefiore dell’Aso ha deciso di ricordarlo con una mostra intitolata “Adolfo de Carolis e la democrazia del bello: vivere con l’arte vivere nell’arte”, che verrà inaugurata il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, patrona della cittadina marchigiana.
La ricca ed articolata esposizione è frutto dell’impegno che l’Amministrazione Comunale ha profuso in questi anni nella valorizzazione dell’artista marchigiano,  e che ha portato ad uno interessante  rapporto con gli eredi dell’artista. Grazie alla collaborazione con la famiglia, che in questi anni ha creduto nella capacità del Polo museale di San Francesco  di essere un punto di riferimento per la conoscenza dell’artista, arricchendo la collezione del Museo De Carolis, di studi, bozzetti e materiali documentari vari, è stato possibile avventurarsi in questo nuova esperienza culturale. La mostra, attraverso anche l’esposizione di molti oggetti appartenuti alla vita più intimamente familiare dell’artista, stimola percorsi di ricerca diversi il cui filo conduttore è proprio la bellezza intesa anche come capacità dell’uomo di esprimersi in armonia con il proprio quotidiano. Le diverse sezioni dell’esposizioni tratteranno la bellezza ricercata ed applicata non solo nella decorazione, che De Carolis pone allo stesso livello delle tre arti maggiori, ma anche nella ceramica, nei tessuti, nel mobilio, nelle piccole suppellettili.
Per informazioni www.comune.montefioredellaso.ap.it, 0734/939019.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.133 volte, 1 oggi)