SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella tarda serata di mercoledì si è verificato un triste episodio forse di emarginazione sociale per il quale sono dovuti intervenire i Carabinieri di Acquaviva. In un appartamento del centro collinare una donna di 39 anni, S.V., ha tentato di estorcere alla propria nonna una somma di denaro.

Non sono ancora chiari i motivi del gesto ma la violenza della richiesta è stata tale che l’anziana è dovuta ricorrere alle cure mediche per le forti contusioni rimediate durante l’episodio.

Gli agenti dell’Arma intervenuti sul posto non hanno esitato più di tanto ad arrestare la donna con la pesante accusa di “tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale” anche in considerazione del fatto che la fermata ha tentato di opporre resistenza. Attualmente si trova associata alle carceri di Castrogno in attesa di giudizio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 996 volte, 1 oggi)