NORCIA – E’ stato un match di allenamento quello che ha visto impegnati i ragazzi della Legio Picena Rugby nella trasferta domenicale contro la Polisportiva Norcia Rugby, rea soltanto di avere ancora poca esperienza di gioco sulle spalle.
La direzione del gioco viene subito impostata dai sambenedettesi che al 4’ segnano la prima di ben 15 mete che si distribuiranno tra il primo e il secondo tempo.
Vanno a segno nell’ordine La Riccia (2), Corso (2), Angelini M., Gagliardi V., Citeroni, Spinozzi E. (2) e Iaconi bloccando il risultato parziale sullo 0–60 nel corso della prima frazione.
Nella ripresa di nuovo con Spinozzi E., Palanca (meta d’esordio), Testa, Di Rosa( anche per lui meta d’esordio), Tassotti e Apostoli che chiude la serie prima del fischio dell’arbitro che convalida il risultato di 0-94 per gli ospiti.
«Abbiamo giocato una partita molto corretta» dice il presidente dei “legionari” Antonio Angelini «in cui il rispetto dell’avversario lo abbiamo dimostrato non risparmiando l’impegno e la determinazione nell’affrontarlo. Concedere degli sconti alla squadra più inesperta significherebbe non trattarli alla pari e non reputarli all’altezza della situazione, il che brucerebbe più di ogni sconfitta». Sta tutta qui la filosofia di questo sport, ruvido e maschio ma profondamente corretto e rispettoso dei valori dell’agonismo.
Nel dopopartita si è consumato il classico terzo tempo a base di pasta alla Norcina e birra gelata. Niente di meglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)