SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Piove sul bagnato per il reparto offensivo della Samb. L’attacco meno prolifico del girone si troverà a dover fare a meno della sua unica punta per almeno tre se non quattro settimane. Difatti gli ultimi accertamenti sulle condizioni di Renan Pippi hanno disposto l’assoluto riposo per almeno dieci giorni. Trascorsi i quali ci vorranno come minimo altre due settimane per il recupero.

Allo stato attuale sembra sempre più chiaro che il problema del giocatore sia il riacutizzarsi di un vecchio disturbo che si è portato con sé venendo alla Samb. A controbilanciare la notizia non certo incoraggiante ci sono i recuperi certi di Fabio Visone e Cristian Lucian Cigan. Certo è che vista la scellerata scelta di calciomercato (non acquistare giocatori in grado di sostituire Pippi) c’è da rimpiangere la cessione di Alberto Villa, che aveva svolto la preparazione con la Samb.
Intanto la Samb ha svolto il consueto allenamento di inizio settimana sul manto del “Riviera delle Palme”. A dirigere la sgambata l’allenatore in seconda Scarpantoni in assenza di Enrico Piccioni che si trova a Coverciano per il corso allenatori. Ad un primo ciclo di corse e scatti è seguita la partitella a campo ridotto alla quale hanno partecipato tutti i giocatori a disposizione, tranne Pippi, Tussi e Melchiorri.

La partita con la Cremonese si annuncia molto ostica visto che la società lombarda non ha fatto mai mistero delle sue ambizioni allestendo un organico di tutto rispetto che punta senza mezzi termini al passaggio di categoria. E qui sarebbero tornati utili i due punti lasciati per strada con il Monza. Ma la Samb ha anche dimostrato di essere un osso altrettanto duro in trasferta dove può attuare il gioco a lei più congeniale in questo periodo che è quello di rimessa.

Non c’è dubbio che la Samb dovrà tornare quanto prima sul mercato per cercare un elemento che vada a rinforzare l’attacco. Solo che, tra gli svincolati non c’è molto da pescare e di quei pochi la maggior parte non è in forma. A questo punto qualcuno si chiede se non era il caso di trattenere uno come Alberto Villa che, se non altro, pur seconda punta era sempre un attaccante di ruolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.537 volte, 1 oggi)