OFFIDA – Incentivare la raccolta differenziata e considerare il rifiuto come un valore da riutilizzare: anche il Comune di Offida ha predisposto l’avvio del nuovo sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti, il cosiddetto “porta a porta”. A breve entrerà in funzione anche la ricicleria comunale situata in contrada Tesino (presso il complesso ex stalle).

A partire dal prossimo mese di dicembre nelle zone urbane del Comune saranno eliminati i cassonetti stradali e si procederà alla raccolta domiciliare. Il territorio interessato sarà suddiviso in due settori e ogni giorno sarà raccolto un tipo di rifiuto: la carta, il vetro, le lattine, la plastica, l’indifferenziato e l’organico.
Le zone interessate sono: centro storico, Lava – Fornace, Fuori Porta, Cappuccini, Madonnetta, Borgo Miriam, Santa Maria Goretti, San Barnaba, Colle Tafone e le strade di collegamento Provinciali Acquavivese e dei Molini. Nelle altre zone del Comune si manterrà la raccolta con i cassonetti stradali.

Nella ricicleria comunale di contrada Tesino potranno essere smaltiti gli altri tipi di rifiuti: ingombranti, RAEE, (rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche), potature, batterie e pneumatici. Le pile e i farmaci continueranno a essere raccolti negli attuali contenitori presso i rivenditori e le farmacie. Gli oli vegetali esausti e gli indumenti usati potranno essere smaltiti nei contenitori già esistenti. Per la raccolta degli ingombranti, RAEE e potature continuerà a funzionare il servizio gratuito di raccolta domiciliare su prenotazione.

Tutto il servizio sarà organizzato e gestito dalla società comunale “Ecoffida” in collaborazione con la “Picenambiente” per quanto attiene allo smaltimento e al recupero dei rifiuti. A partire dalla prima settimana di novembre si svolgeranno assemblee nei vari quartieri per illustrare ai cittadini il nuovo sistema di raccolta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.064 volte, 1 oggi)