Caro Giorgio De Vecchis,
la ringrazio per le sue positive considerazioni nei nostri confronti ma non crediamo che la pubblicazione più chiara possibile di sue esplicite ed istituzionali rivelazioni meriti complimenti. A noi sembra di aver semplicemente fatto il nostro dovere che è quello di lavorare per la città e per i cittadini in particolare, i quali hanno il sacrosanto diritto di capire, più che leggere, quanto accade nel palazzo comunale. Con tutte le attenuanti o contestazioni reciproche dei vari casi, per i quali siamo a disposizione di sindaco e maggioranza.
Quello che più preoccupa però è il totale assenteismo o quasi dell’intera area di minoranza la quale sembra spaccata, più della maggioranza sicuramente, in due tronconi. Perché, così restando le cose, pur nella chiarezza delle sue espressioni (sulle quali tempo e popolo saranno giudici supremi) il rischio maggiore è che lei possa essere scambiato per un “povero” Don Chisciotte che un bel mattino si alza e… alza la voce giusto per far sapere che esiste. E purtroppo questa la mia impressione, della quale chiedo i motivi alla “coalizione” di minoranza. Anche su queste pagine se vorranno.
Mentre ai nostri circa 8000 lettori quotidiani (tutti testati) chiedo un pensiero sulla vicenda e magari, se possibile, soluzioni per far sì che i due “partiti democratici” lo diventino realmente. E’ indubbio infatti che sia centro destra che centro sinistra, localmente e a livello nazionale, hanno finora fatto più politica personalistica che un governo trasparente e producente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.122 volte, 1 oggi)