ROMA – Un premio per sottolineare l’impegno politico dell’ex sottosegretario Pietro Colonnella: il “Federichino d’oro”, il prestigioso riconoscimento che viene conferito dalla Fondazione “Federico II Hohenstaufen” di Jesi (gemellata con l’omonima Istituzione di Palermo e con quella tedesca di Goppingen) è stato conferito a Roma presso la sede del Pio Sodalizio dei Piceni, all’esponente politico marchigiano Colonnella.

Pietro Colonnella, già Presidente della Provincia di Ascoli Piceno e Sottosegretario di Stato nel Governo Prodi, ha ricevuto il premio per la politica e l’umanesimo da Paolo Gentiloni, ex Ministro delle Comunicazioni che ne ha sottolineato l’impegno a favore della promozione e della crescita del Piceno e dell’intera Regione Marche.

La cerimonia dell’edizione straordinaria 2008 del premio, è stata presieduta da Vittorio Borgiani e Mario Vinicio Biondi, rispettivamente presidente della Fondazione “Federico II” e del suo comitato scientifico, Giorgio Bizzarri, presidente del Pio Sodalizio, e Arnold Esch, già direttore dell’Istituto germanico di Roma.

Il premio è riservato ai personaggi che abbiano fatto onore alla loro terra nei campi delle cultura, delle istituzioni, dell’economia, dello spettacolo e dello sport, nonché a personalità italiane e straniere che abbiano operato nello spirito del messaggio culturale e sociale del grande imperatore jesino. Tra i premiati delle passate edizioni figurano giornalisti del calibro di Indro Maontanelli, campioni dello sport come Valentino Rossi, Filippo Magnini, Roberto Mancini, artisti come Giovanni Allevi, l’imprenditore Adolfo Guzzini, il rettore Marco Pacetti.

Oltre a Pietro Colonnella, i riconoscimenti sono stati assegnati per l’editoria, la politica e la storia al professor Antonio Glauco Casanova, già direttore dell’”Umanità” e componente del comitato centrale del PSDI, per la pubblica Amministrazione e la storia federiciana. A Italo De Curtis, già vice segretario generale della Presidenza della Repubblica, per l’impegno caritatevole e il culto a monsignor Carlo Liberati, Arcivescovo di Pompei e, infine, per l’economia e la storia, al professor Roberto Massi Gentiloni Silverj, vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata e presidente della Riserva naturale “Abbadia di Fiastra”. È stato premiato anche Giorgio Bizzarri per il notevole impegno culturale espresso dal “Pio Sodalizio dei Piceni”, soprattutto nel sostegno degli studenti marchigiani che frequentano l’Università nella capitale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 47 volte, 1 oggi)