Luco Canistro-Centobuchi 1-2
LUCO CANISTRO: Principe, Bernile, Grasso ( 75’ Vivona), Marangon, Antonelli, Vado, D’Alonzo, Bartjk (80’ Iachetti), D’Angelo, Regner, Bisegna (60’ Manzo). All.: Colavitto
CENTOBUCHI: Freddi, Trasatti, Coccia, Croceri, Corradetti, Marranconi, Cesani, Simoni, Cardinali (90’ Francia), Smerilli, Argira (38’ Del Grande). All.: Izzotti
ARBITRO: Fabbrini di Livorno
MARCATORI: 32’ Vado, 69’ Smerilli, 75’ Cardinali
CANISTRO (AQ) – Vittoria bella e certamente meritata quella degli undici di mister Izzotti frutto di caparbietà e grinta sul difficile campo del Luco Canistro. Il Centobuchi parte subito a testa bassa collezionando diverse ghiotte occasioni fra le quali spiccano le belle invenzioni di Croceri, che si lascia anticipare dall’estremo aquilano, e un tiro al volo dal limite di Cesani.
Gli ospiti cercano di approfittare del momento magico ma al 32’ una punizione dalle trequarti spiove in area sul secondo palo della porta difesa da Freddi ed un corsaro Vado con un preciso movimento al volo mette dentro per il gol del vantaggio.
Non si abbattono i bianco celesti i quali superato il primo momento di sbandamento tentano con altre manovre di scardinare la difesa locale per pareggiare le sorti. Pregevole, giusto allo scadere della prima frazione, il cross calibrato di Smerilli per Del Grande che si ritrova faccia a faccia con Principe il quale riesce miracolosamente a salvarsi rubando palla.
Dopo il dovuto riposo le danze non cambiano con gli ospiti sempre proiettati in avanti. Al 50’ un bel passaggio di Cesani trova la testa del solito Del Grande ma la conclusione finisce debolmente fra le braccia dell’estremo avversario così come al 52’ Marranconi calcia debole e la sfera finisce addosso al portiere.
E’ l’epilogo al gol del pareggio che arriva, a compensare le fatiche ospiti, al 69’ quando Smerilli approfitta di un dubbio di Principe e scaltramente mette alle spalle dello stesso. Reagiscono i padroni di casa ben controllati dalle retrovie del Centobuchi il quale non molla la presa e al 75’ realizza la rete del vantaggio a seguito dell’azione innescata dalla grandiosa giocata di Cesani che sulla fascia destra stoppa il lungo passaggio, dopo aver percorso una decina di metri mette millimetricamente al centro sui piedi di Cardinali al quale non rimane che infilare dentro.
Accusa la doppia marcatura il Luco che rimane inebetito rischiando nel finale addirittura la terza rete quando Francia, appena entrato, ruba il cuoio ma, solitario davanti al numero uno aquilano, tentenna e spara fuori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 623 volte, 1 oggi)