RAVENNA – Soddisfatto per metà: a mister Piccioni quel pareggio arrivato negli ultimi secondi non va giù: «Abbiamo preso gol su una furbizia del raccattapalle: è stato furbo a favorire la rimessa in gioco da venti metri avanti da dove era uscito il pallone».Recriminazioni a parte, Piccioni sostiene che «abbiamo disputato una buona partita, contro una squadra importante, sapendo soffrire quando spingevano, e colpendoli in contropiede quando si sono scoperti. Con la vittoria la classifica avrebbe assunto un altro aspetto, ma noi non ci facciamo condizionare da questo. La squadra sta crescendo, i ragazzi iniziano a conoscersi e abbiamo grossi margini di miglioramento. Devo dire che nelle prime due partite non abbiamo visto la vera Samb, che poi dalla terza gara ha iniziato a crescere gradualmente».

Su Forò, marcatore di giornata, Piccioni ha parole di elogio: «Anche io avevo le sue caratteristiche: calciatori di questo genere, se vengono a mancare, fanno sentire la loro assenza, mentre sono portati al sacrificio quando sono in campo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.999 volte, 1 oggi)