SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle ultime paraolimpiadi di Pechino la delegazione italiana è riuscita a difendere la posizione raggiunta ad Atene 2004 con una squadra giovane e motivata. Purtroppo diventa difficile sostenere il confronto internazionale avvalendosi solamente delle individualità presenti in Italia, c’è bisogno di investire molto soprattutto nella formazione. Dal Piceno arriva una prima risposta: il Centro di Formazione Cavalluccio Marino, dal 10 al 15 novembre a San Benedetto organizzerà il Primo Corso Nazionale per Formatore Regionale CIP del Nuoto, finalizzato all’apertura di nuovi centri di Formazione Tecnica.

La Regione Marche è ormai capofila in Italia per numero di tecnici qualificati in questo settore: a settembre è arrivata la convocazione dell’atleta dell’associazione Cavalluccio Marino, Francesco Fiscaletti, in nazionale azzurra per la prossima trasferta in Portogalllo, dal 27 novembre al 4 dicembre, ai Campionati Mondiali di nuoto riservati agli atleti con sindrome di Down.

Il Centro sambenedettese è diventato un polo di riferimento nazionale per l’attività formativa e didattica del Comitato Paralimpico (Cip). Il corso è indetto dal Comitato Regionale Marche Cip, in collaborazione con il Centro Studi CIP di Roma, con la Scuola Regionale dello Sport, e con il contributo della Fondazione Carisap.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.484 volte, 1 oggi)