GROTTAMMARE – «Il sogno di realizzare una biblioteca c’era già dal 2003, evoluzione del sogno di quando il nostro maestro Brandimarte aveva qualche libro a scuola e ci parlava di “biblioteca”. Per varie vicissitudini abbiamo dovuto rimandare e abbiamo deciso di non inaugurarla prima della fine del mandato proprio perché la biblioteca è della città, va oltre la politica e doveva essere completa per consegnarla alla città stessa».

A fare un excursus storico di quello che da sabato 25 ottobre dalle 16,30 sarà il nuovo centro culturale grottammarese è direttamente il sindaco Luigi Merli.

Una presentazione che ha del caffè filosofico, un dialogo partito dalla presentazione del libro di poesie di Mario Rivosecchi, direttamente dalle parole del nipote Valerio, che ha raccontato le sue storie, il legame con la terra, l’incontro con don Fazzini, il rapporto fra artista e critico di inizio secolo.

Grazie all’intervento del poeta Francesco Scarabicchi, che ha curato la presentazione del libro, si è anche parlato del ruolo che la cultura deve assumere in questo periodo “buio”: «Inaugurare una biblioteca civica è un atto etico, politico, civile e quindi eversivo».

La biblioteca ha già quindi una buona strada da seguire.

L’inaugurazione sarà l’occasione per visionare la mostra “Una vita per l’arte”, una antologia visiva sugli incontri del poeta grottammarese, oltre che per la presentazione della raccolta “Tutte le poesie e le prose poetiche di Mario Rivosecchi”, con l’intervento di Carolina Marconi, Valerio Rivosecchi e Francesco Scarabicchi. A seguire Lucilio Santoni presenterà la traduzione del testo di Federico Garcia Lorca “La biblioteca”.

Sempre Santoni, assieme a Gino Troli, ha presentato la nuova attività culturale, i “Lunedì d’autore – narrazioni e passioni in biblioteca”, 10 appuntamenti che attraverseranno l’arte, la letteratura e la musica, da lunedì 3 novembre alle 21,30. Oggetto del primo appuntamento “La legge del sangue e la legge dello stato. Antigone, Sofocle”, con ingresso libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 897 volte, 1 oggi)