OFFIDA – Scuole, che problema: anche ad Offida non ne sono immuni. Il consigliere comunale Giancarlo Premici, del gruppo di opposizione “Il Circolo“, ha scritto una lettera aperta indirizzata al sindaco di Offida Lucio D’Angelo in merito ai disagi arrecati agli alunni delle scuole offidane, dislocati in strutture diverse rispetto al plesso di via Ciabattoni, dove sono in corso dei lavori di ristrutturazione e adeguamento.
«Questa soluzione da “emergenza per causa di pubblica calamità” è dovuta all’insana scelta di intraprendere alcuni lavori, sembra improrogabili, di adeguamento del complesso scolastico ubicato nel plurisecolare ex Convento di Sant’Agostino. Recenti studi sul rischio sismico – afferma Premici – commissionati dalla Regione Marche e pomposamente presentati alla stessa popolazione offidana pochi mesi fa (“Prevenzione del rischio sismico nei centri storici marchigiani: il caso di studio di Offida”), per il complesso scolastico di Sant’Agostino, hanno riscontrato un elevato pericolo (R3); questo porta i tecnici a suggerire senza mezzi termini l’opportunità di dislocare altrove la scuola».
Nella lettera, vengono poi evidenziati i pericoli derivanti dalla non messa in sicurezza della Chiesa, della torre campanaria di Sant’Agostino e della mancanza di nuove e idonee vie di fuga. Ed infine la proposta del gruppo “Il Circolo”: «La nostra proposta è quella di interrompere immediatamente l’intervento e intraprendere con coraggiosa lungimiranza, virtù propria ed irrinunciabile per un buon amministratore, l’accorpamento delle scuole di ogni ordine e grado presso il complesso di Viale della Repubblica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 621 volte, 1 oggi)