Da Riviera Oggi numero 747

GROTTAMMARE – Alla scuola media Leopardi cercano di contrastare già da un anno i veri e propri gesti incivili che alcuni alunni mettono in atto quotidianamente. Lo sfondo per lo più è il bagno, l’ultima combinata è di qualche giorno fa, una finestra sfilata dalle cerniere, con anche il rischio di danni fisici ai ragazzi nel caso questa fosse caduta. Bagni in condizioni pietose, liquidi sul pavimento e dentro ai portasapone, feci spalmate sulle mura ed altre situazioni indescrivibili per buon costume.

Per tutelare la privacy, ovviamente, non è possibile installare delle telecamere dentro ai bagni, così da poter capire con precisione i ragazzi che mettono in atto queste… situazioni spiacevoli. Così, lo scorso anno scolastico, il consiglio dei ragazzi propose una soluzione, ovvero quella di destinare un bagno ad ogni classe e di far chiedere la chiave – contrassegnata dalla classe – ogni qualvolta un alunno dovesse andarci. La situazione sembra migliorata rispetto allo scorso anno, ma non del tutto risolta, anche perché se è vero che si è stati in grado di capire in che classi stiano questi alunni, non è stato possibile identificarli con precisione.

La situazione fa molto pensare, perché questi ragazzi sembrano dei tanti Mowgli cresciuti nella giungla, senza regole. La sfrontatezza del “tanto ho mamma che mi difende” – perché è ciò che accade ormai in tutte le scuole italiane – permette ai ragazzi di crescere male, di abituarsi a comportamenti assolutamente sbagliati, a non avere rispetto del prossimo e delle istituzioni. Ed il “bello” è che se ci sono famiglie che fanno di tutto per educare i propri figli al meglio, gli anni di lavoro possono sfumare in un attimo, per colpa magari di un ragazzino che non ha mai ricevuto una bella sgridata. Di certo la situazione è molto più complessa, ma basterebbe un po’ di buon senso e un po’ più, soprattutto, di partecipazione dei genitori alla vita scolastica dei figli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.770 volte, 1 oggi)