MONTEPRANDONE – Dopo il pari a occhiali fra Centobuchi ed Elpidiense in rappresentanza dei biancocelesti abbiamo sentito il diesse Cicchi, deluso per la mancata vittoria ma soddisfatto della prestazione.
«Ho l’amaro in bocca per la mancata vittoria. Pareggio giusto? Beh non direi, noi meritavamo qualcosa di più per quanto creato. Ma ci consoliamo di questo pareggio non solo per la prestazione dei ragazzi che è stata encomiabile da parte di tutti ma soprattutto perché abbiamo affrontato un ottimo avversario e non vi stupite di ciò che dico: l’Elpidiense è una squadra che darà filo da torcere a molte squadre per esempio domenica mise sotto la Renato Curi. Quindi faccio i complimenti a mister Clerici. Tornando alla prestazione odierna – continua Cicchi – abbiamo fatto di più anche nel primo tempo. Loro non hanno fatto un tiro a porta. In generale ai punti meritavamo più noi, basti pensare alle occasioni avute con Argira e nel finale quella che da più rammarico con Cardinali. Ma pur non vincendo oggi dopo la vittoria interna con il Trivento ci siamo trasformati: ero stato un buon profeta dicendo che da li saremmo usciti fuori e ora sono convinto che andrà sempre meglio».
Per mister Clerici dell’Elpidiense è un punto che fa morale e classifica. «Abbiamo disputato una buona partita. Rinunciatari? No, ci abbiamo provato, abbiamo creato 4-5 palle gol che non sono poche in trasferta. Il problema è che non finalizziamo ma finchè non ci puniscono gli errori va bene così. I nostri programmi sono raggiungere la salvezza anche attraverso i play out. La squadra è questa e io sono soddisfatto. Se ci salveremo sarà un risultato eccezionale perchè dopo 2 promozioni consecutive rimanere in questo campionato dove siamo esordienti non è cosa da poco»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 428 volte, 1 oggi)