Dal settimanale Riviera oggi n.747

Martinsicuro e la tossicodipendenza: un binomio troppo spesso associato nelle cronache locali per l’alto numero di episodi legati allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti. In particolar modo il quartiere Tronto ancora una volta costituisce l’ambientazione in cui si realizzano gli illeciti in questo ambito. Le strade e le vie più isolate sono il luogo ideale per spacciare e consumare droga, e i cittadini sono costretti a subirne i conseguenti disagi in termini di sicurezza e degrado urbano: non è raro incontrare tossici intenti a bucarsi anche in pieno giorno, mentre è ben più facile imbattersi lungo le strade in siringhe usate gettate senza criterio alla mercè di tutti, bambini compresi. In particolare, nel quartiere Tronto, uno dei luoghi maggiormente frequentati dal mondo della tossicodipendenza è il cavatò nel tratto che va da via Marconi a via Roma. Luogo di notte buio e appartato, seppure in alcuni punti sia a ridosso di palazzine e abitazioni. E numerose sono appunto le siringhe rinvenute un po’ ovunque lungo il tragitto: un disagio segnalato molte volte dai cittadini, stanchi del degrado in cui versa l’estrema zona nord della città.

E il Comune come risponde a questo appello?

«Proprio la scorsa settimana abbiamo provveduto a pulire il cavatò – ha spiegato il sindaco Di Salvatore – tagliando l’erba folta e pulendo tutto il tragitto da siringhe e spazzatura varia. Siamo consapevoli dei problemi che si concentrano soprattutto nel quartiere Tronto, e proprio per questo teniamo alta l’attenzione sulla zona, sia dal punto di vista dei controlli delle forze dell’ordine, sia dal punto di vista della riqualificazione del paesaggio urbano. A tal proposito abbiamo deciso di assegnare un operaio fisso e una macchina spazzatrice al quartiere per permettere una più intensa pulizia delle strade».

E il primo cittadino ribadisce anche l’importanza degli interventi effettuati da dalle forze dell’ordine per contrastare l’illegalità: monitoraggio del territorio al fine di individuare e arrestare gli spacciatori, e controllo negli appartamenti per identificare clandestini o prostitute. L’ultimo intervento in ordine di tempo è stato quello risalente ad una decina di giorni fa con il blitz effettuato nella notte nella palazzina di via Vivaldi, in cui grazie ad un intervento congiunto di Carabinieri e Polizia Municipale sono stati scovati oltre quaranta extracomunitari tra senegalesi e nigeriani e controllate circa un centinaio di persone. L’operazione ha portato all’espulsione di dieci clandestini, a due arresti sulla base della legge Bossi-Fini e all’individuazione dei proprietari degli appartamenti che hanno affittato ad irregolari, rischiando così la confisca degli immobili.

Ma a quanto pare l’attenzione è alta anche nei confronti dei locali pubblici, luoghi di ritrovo spesso per individui non proprio raccomandabili dediti ad attività illecite. «Proprio qualche giorno fa – ha proseguito il primo cittadino – è stata disposta la chiusura per cinque giorni di un locale pubblico nel quartiere Tronto perché sono state riscontrate alcune violazioni amministrative. Intensificare i controlli ed imporre il rispetto delle regole per scoraggiare tossici e spacciatori nel frequentare impunemente la città».

Del degrado cittadino comunque, Di Salvatore ritiene responsabili anche quei martisnicuresi che affittano senza scrupoli le seconde case a chiunque avanzi richiesta: «Ci sono persone che affittano gli appartamenti mettendo dentro quante più persone possibile, spesso tutte clandestine. Poi vengono in Comune a lamentarsi che il quartiere è degradato e reclamano maggiore sicurezza. Finora c’è stato troppo lassismo. Se le passate amministrazioni avessero prestato maggiore attenzione al territorio, non saremmo arrivati a questo livello. C’è stata tolleranza sul rilascio delle residenze e in materia di abusivismo commerciale, e si è generato il messaggio che a Martinsicuro operare nell’illegalità fosse più semplice che in altre città».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 724 volte, 1 oggi)