GROTTAMMARE – «Chi saranno i fortunati assunti dal Sindaco?». È la domanda che si pone il comitato La Formica con il suo prossimo cartellone, visibile questo week-end in piazza. La domanda, posta alla fine, sembra essere il fulcro di tutta la questione. L’oggetto della delibera, votata a favore in maniera unanime (la delibera è scaricabile dal menu a destra) è proprio «Costituzione “Ufficio di Staff” del Sindaco» e la delibera «di istituire ai sensi dell’articolo 90 del decreto legislativo n. 267/2000, l’”Ufficio di Staff” del Sindaco alle dirette dipendenze del Sindaco stesso per l’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo attribuite dalla legge».«Con una decisione senza precedenti nella storia di Grottammare il nostro sindaco ha chiesto ed ottenuto dalla sua Giunta, con voto unanime, la possibilità di assumere con metodo monocratico, personale che lo affianchi nell’espletamento delle sue funzioni. Ma era proprio necessario? – chiedono dal Comitato – E perché l’ufficio di staff non sarà composto solo da dipendenti dell’Ente?»

La delibera, dal 7 ottobre, è stata immediatamente eseguita. A questo punto, il comitato disquisisce su vari termini: «La prima è che la parola “Monocrazia” (forma di governo che consiste nell’accentramento del potere nelle mani di un’unica persona o di un unico organismo) è altra e diversa dalla parola “Democrazia”: ovvero qui finisce l’eguaglianza ed iniziano i privilegi.  La seconda è che nessun cittadino, nonostante questa operazione venga finanziata con i suoi soldi, è stato chiamato ad esprimere il suo parere, ovvero se è d’accordo o meno: e questo significa la fine della tanto declamata “Partecipazione”. Già, perché alla fine tutto si riduce ad una semplice verità: un conto è la legalità, un conto è la “Moralità”».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 740 volte, 1 oggi)