SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Allenamento della Samb al “Campo Europa” con Piccioni che ha riproposto due diversi moduli. Nella prima frazione della seduta si è provato il 4-1-4-1. Ad indossare le casacche verdi, che stanno ad indicare i “papabili” della formazione che scenderà in campo domenica erano Dazzi in porta, Tinazzi, Moi, Bonfanti e Ferrini (che così ritornerebbe temporaneamente al ruolo di terzino sinistro, dove aveva iniziato a giocare un anno fa, ad inizio campionato) in difesa, Palladini davanti ai quattro, Titone, Forò, Olivieri e Magnani a centrocampo e Pippi a far da ariete.

Nella seconda fase dell’allenamento “Baffo” ha provato un 4-2-3-1 con Dazzi, Tinazzi, Moi, Bonfanti, Ferrini in difesa, Palladini e Olivieri davanti alla difesa Titone, Morini e Cigan in sostegno del “baby” Caselli. Note positive per la prestazione di Cigan che sembra aver recuperato in pieno ed a questo punto appare certo il suo impiego contro il Padova.

Mentre per l’altro infortunato Visone (visto che Tinazzi è ormai recuperato) si dovrà aspettare ancora un paio di settimane. Tuttavia la novità assoluta è rappresentata dall’impiego di Ferrini nel settore difensivo come esterno sinistro. Pretattica? Oppure il mister sta seriamente pensando all’alternativa, constatata la prova quantomeno sofferta di Pisano nella vittoriosa trasferta di Portosummaga?

A domanda Piccioni si è limitato a sorridere enigmaticamente per cui non resta che aspettare la seduta pre-partita di sabato mattina per avere qualche indicazione più precisa in merito. Piccioni è ben consapevole che Ferrini renda meno sulla corsia sinistra, ma le prestazioni di Padula purtroppo non sono state all’altezza, almeno fino ad ora. E nel calcio occorre fare di necessità virtù.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.127 volte, 1 oggi)