MONTEPRANDONE – Rimonta. Il Centobuchi pare abbia messo da parte le difficoltà di inizio stagione: la dimostrazione sono gli ultimi due risultati utili consecutivi che hanno permesso alla formazione di mister Izzotti di smuovere la classifica, seppur ancora non positiva.
Mister, va stretto il pari esterno con il Morro d’Oro?
«Potevamo chiudere l’incontro nel corso della prima frazione di gioco invece ci siamo ritrovati in svantaggio. Fortunatamente la dea bendata ci ha assistito e al 93’ siamo riusciti a pervenire al pareggio».
In compenso, nelle ultime due gare avete racimolato quattro punti. E non è poco.
«Sicuramente ma sono una persona che non si accontenta mai. Se fossimo stati più squadra magari i punti potevano essere sei».
Il Centobuchi migliora sotto il profilo del gioco, meno sul piano della concentrazione. E’ così?
«Analisi perfetta della situazione. L’attenzione rispecchia il modo di scendere in campo ed io che sono l’allenatore devo essere più deciso a trasmetterlo ai miei ragazzi. Altrimenti vieni punito come a Morro d’Oro».
E’ questo ciò che ancora manca alla squadra?
«Ci serve più costanza nel corso delle partite. A Vasto avevamo avuto tre occasioni per andare in vantaggio poi abbiamo mollato e ci hanno punito. Stessa sorte è toccata alla gara con la Recanatese. Ciò inevitabilmente influisce, poi, sulla classifica».
Domenica sfida con l’Elpidiense Cascinare. Avere contro un matricola vi avvantaggia?
«Ho rispetto per tutte le formazioni. L’ho vista sul campo e gioca molto sul piano agonistico per cui ci vorrà il miglior Centobuchi per conquistare l’intera posta».
BORSINO Tutti a disposizione tranne Miani a cui si unito nelle ultime ore Del Grande, il quale ha una infiammazione alla pianta del piede.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 385 volte, 1 oggi)