MARTINSICURO – «Spero vogliate aspettarmi, verrò presto a Martinsicuro a ritirare il premio». Le parole di Alessandro Gassman, grande assente al premio teatrale “Una rosa per il palcoscenico” organizzato dall’associazione “Villa Rosa Cultura” arrivano da un video proiettato  all’apertura della serata, che si è tenuta domenica 12 ottobre al Park Hotel d Villa Rosa. Il celebre attore si dice molto dispiaciuto di non aver potuto partecipare, a causa di alcuni impegni familiari sopraggiunti all’improvviso che lo hanno costretto ad annullare l’appuntamento truentino. Gassman ringrazia l’associazione “Villarosa cultura” per il premio conferitogli, il direttore artistico Leandro Di Donato, e i colleghi Vanessa Gravina e Valerio Binasco, il musicista Antonio Di Pofi e il direttore del teatro stabile di Palermo Pietro Carriglio presenti alla serata. «E’ un premio che mi fa molto onore – ha proseguito l’attore – e che rappresenta la ciliegina sulla torta di una stagione teatrale fantastica. Per questo sarò felice di venire a Villa Rosa appena mi sarà possibile per essere con voi».

Un appuntamento quindi non annullato bensì solo rimandato, e per la precisione al prossimo 10 gennaio, quando Gassman parteciperà ad un incontro all’Università di Teramo e avrà modo di recarsi anche a Martinsicuro.

Alla serata di premiazione l’argomento cardine sul quale sono intervenuti tutti i partecipanti è stato quello del teatro inteso come arte che nonostante la grande valenza sociale è troppo spesso sottovalutata e poco promossa dalle istituzioni.

«Quello dell’attore è un mestiere difficile, precario, pieno di difficoltà, ma che vale la pena di essere vissuto fino in fondo.- ha sottolineato Vanessa Gravina –  E vale la pena anche investire in questo mestiere».

Nel corso della serata si è parlato anche della mancanza di un teatro a Martinsicuro, e della necessità di rimediare al più presto alla carenza per favorire un centro di aggregazione sociale e promozione culturale che riguardi l’intero territorio della Val Vibrata. A tal proposito Pietro Carriglio ha lanciato una proposta, rivolgendosi a Federico Fiorenza, direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo: «Perché non collaboriamo per allestire nel corso di questo anno uno spettacolo teatrale qui a Martinsicuro, da rappresentare nel corso della prossima edizione del premio? Il teatro è fatto dagli attori, bastano un tappeto e delle luci, non sempre è necessario una sede teatrale. Basta studiare il territorio e trovare la location ideale all’aperto per la rappresentazione. In questo caso è il teatro che va dalla gente e non viceversa».

L’associazione Villarosa Cultura ha premiato Alessandro Gassman per la categoria “La regia teatrale”, Vanessa Gravina e Antonio Binasco per “Il volto e la maschera”, Antonio Di Pofi per “La musica e il teatro” e Pietro Carriglio per “L’organizzazione e la direzione teatrale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.287 volte, 1 oggi)