Dazzi 6,5: incolpevole in occasione del gol di Abate. Dopo la sfuriata iniziale, il Portosummaga si fa vivo poco dalle sue parti anche perché i compagni di difesa erigono una diga impenetrabile.Tinazzi 6,5: esce al 64′ per infortuno, dopo una gara molto generosa che aveva praticamente promesso dopo una settimana travagliata. All’inizio un po’ frastornato nonostante i cori di incitamentio dei tifosi:  il suo avversario diretto Abate lo salta con facilità e realizza il gol del loro effimero vantaggio poi si riprende ed è protagonista dell’assist con cui Pippi porta in vantaggio la Samb.(dal 64′ Pistillo) 6: occupa la stessa posizione del capitano che è il suo ruolo naturale. Gioca con autorevolezza contribuendo alla difesa della vittoria.

Pisano 5,5: disastroso nei primi 45 minuti in cui Carboni sembra il Bruno Conti del Mundial 1982 e lo salta sempre. Si riprende nella ripresa quando Carboni viene spostato a sinistra e a lui tocca il nuovo entrato Mortelliti. A sua scusante il ruolo non proprio suo.

Palladini 7: la solita partita a corrente continua senza pause né cedimenti per 95 minuti. E’ sicuramente insieme a Dazzi il giocatore più continuo dall’inizio del torneo.

Moi 6,5: comanda una difesa impenetrabile al centro ma un po’ in difficoltà sulle fasce. Nel primo tempo come ormai consuetudine si spinge anche in attacco alla ricerca del gol ma nella ripresa non c’è più bisogno perché gli attaccanti finalmente si sbloccano.

Bonfanti 6,5: una partita attenta e precisa pur avendo di fronte un brutto cliente come Da Silva, vera e propria bestia nera, in passato, per la Samb. Ne prende subito le misure e disputa la miglior partita della stagione.

Titone 7: con uno splendido pallonetto realizza il primo gol della stagione della Samb dopo ben 569 minuti di astinenza. Ripete la bella prestazione di domenica scorsa. Sta acquisendo una discreta personalità nonostante la giovane età.

Visone 6: la condizone appare approssimativa ma la volontà è tanta. Fornisce il suo contributo in termini quantitativi ma al 37′ è costretto ad uscire per l’ennesimo infortunio. Una maledizione che dura dall’aprile 2007 e  non lo abbandona.

(dal 37′ Forò) 6: compie un lavoro oscuro ma prezioso.

Pippi 8: dopo un primo tempo incolore, si scatena nella ripresa: prima realizza un gol di pregevele fattura girandosi su se stesso poi procura il rigore ed infine segna il poker in contropiede, trafiggendo senza pietà il povero Rossi.

Olivieri 7: rientra dopo tre giornate trascorse tra tribuna e panchina e gioca anche lui la migliore gara della stagione. Schierato nel ruolo a lui congeniale di trequartista funge da rifinitore. Un finale straordinario in cui fornisce l’assist a Pippi che si procura il rigore e poi realizza lui stesso con freddezza. Lo vorremmo vedere sempre così.

Cigan 6: viene schierato a sinistra in appoggio a Pippi. Qualche buona sgroppata sulla fascia e un tiro che finisce fuori di poco. Esce in barella per infortunio al 39′

(dal 39′ Magnani) 6,5: va ad occupare la corsia sinistra e si conferma un vero e proprio jolly. Strepitoso il suo secondo tempo in cui si esibisce in alcuni pericolosi contropiede che mettono in difficoltà la difesa veneta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.695 volte, 1 oggi)