SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non si era fermato all’alt intimatogli dalle pattuglie della Polizia Stradale impegnate in un servizio di prevenzione delle stragi del sabato sera, nel mese di gennaio scorso.
Durante la fuga a bordo di una Mercedes rivolse anche il dito medio agli operatori. Raggiunto e bloccato poco dopo, l’autore del gesto, I.M. cuprense di 27 anni, era stato sottoposto alla prova dell’etilometro, risultando positivo con un tasso alcolemico tre volte superiore al limite consentito.
Durante la redazione degli atti aveva oltraggiato più volte gli uomini della Polstrada, pertanto era stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, minacce e atti osceni.
Al termine dell’udienza tenutasi sabato 11 ottobre presso il tribunale di San Benedetto, il giovane è stato condannato a 4 mesi e 20 giorni di reclusione, un anno di sospensione della patente di guida, 800 euro di multa e 2 mila euro di spese processuali.
Sotto il profilo amministrativo I.M, dovrà inoltre rispondere della violazione del limite di velocità e offesa a pubblico ufficiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.200 volte, 1 oggi)