Porto d’Ascoli-Corridonia 0-2


PORTO D’ASCOLI (4-3-1-2): Santarelli, Angelini (73’ Fiorino), Straccia, Eleuteri (73’ Berganzi), Narcisi, Novelli, Mattioli, Maurizi, Francucci (56’ Pezzoli), Cavazzini, Di Girolamo.
A disposizione: Marinelli, Sarra, Severo, Massei. Allenatore: Deogratias
CORRIDONIA (4-4-2): Tamburrini, Salsiccia, Innamorati, Pazzelli (72’ Maecelletti), Mulinari, Agus, Mercuri (60’ Pandolfi), Basso, Dell’Aquila (80’ Ventresini), Domizi, Carletta.
A disposizione: Terjek, Frattani, Ciarlantini, Petritoli. Allenatore: Ciarlantini
ARBITRO: Marcozzi di Fermo
ASSISTENTI: Morganti di Ascoli e Fagiani di Fermo
MARCATORI: 25’-32’ Domizi
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rimandato. Ancora una volta il Porto d’Ascoli cicca la fortuna e si ritrova a dover fare i conti con un risultato da dimenticare. Orgoglio e buona volontà non sono bastati ai biancocelesti, il Corridonia ha approfittato di alcuni momenti di debolezza mettendo al sicuro il bottino e difendendolo con i denti per tutta la ripresa.
Eppure i padroni di casa erano partiti con il piede giusto: al 2’ una cavalcata sull’out di sinistra di Di Girolamo, Mattioli non aggancia per il tap-in ma indirizza la sfera verso Eleuteri, il potente destro sfiora il palo. Di nuovo Di Girolamo al 16’ favorito da un rimpallo a metà campo, in contropiede dinanzi a Tamburrini, è Pazzelli a mettere in angolo.
Il Corridonia esce dal guscio al 22’ su una velenosa punizione di Mercuri, terminata di poco fuori. E al 25’ passa in vantaggio: percussione centrale di Mercuri il quale allarga sulla destra per Domizi, salta Santarelli e infila la sfera. Alla mezz’ora una bella triangolazione della formazione di mister Ciarlantini: Mulinari allarga per Mercuri il quale appoggia per Dell’Aquila, il tiro si stampa sulla traversa.
Il raddoppio è presto detto: angolo di Mercuri al 32’, Domizi di testa sorprende tutti. Il Porto d’Ascoli cerca di accorciare le distanze con Narcisi, Tamburrini si salva con i pugni. Ancora l’incontenibile Mercuri in avanti, questa volta non centra lo specchio della porta.
Nella ripresa i locali lottano fino alla sfinimento. Assalto iniziale degli ospiti che vanno vicini al tris con un pallonetto a scavalcare di Dell’Aquila. E’ da qui che i biancocelesti tentano di far cedere l’avversario. Al 57’ Maurizi ci prova su punizione, Tamburrini respinge. Subito dopo è Pezzoli ad andare nei pressi dell’area, la palla finisce a lato.
All’82’ calcio piazzato di Cavazzini, l’estremo difensore ospite blocca. Ci pensa Pezzoli tre minuti più tardi, ben servito da Fiorino, a sfiorare la rete. Quasi allo scadere Straccia su punizione costringe Tamburrini ad un tuffo plastico. L’ultimo sforzo giunge al 92’ con Di Girolamo che infila la palla in rete ma l’arbitro, su suggerimento del guardalinee, annulla e ammonisce il giocatore per fallo di mano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 581 volte, 1 oggi)