Da Riviera Oggi numero 746

CUPRA MARITTIMA – A Cupra si terranno nel 2009 le elezioni per scegliere il nuovo sindaco. In attesa delle amministrative Riviera Oggi vuole conoscere meglio i protagonisti di questa legislatura. Iniziamo con Paola Di Girolami, assessore alla cultura e al Parco Archeologico.

Come giudica l’operato della giunta Torquati?

«In modo positivo. Le azioni più evidenti dell’amministrazione, quelle sotto gli occhi di tutti i cittadini, sono i lavori pubblici di riqualificazione del lungomare, della pista ciclabile e di Piazza Possenti, quest’ultimo in via di conclusione».

Come si è agito invece nel suo campo, cioè in quello della cultura?

«La cosa più importante è che il Museo Archeologico del Territorio è stato completato. Sono state allestite infatti le sezioni riguardanti il Piceno e la Preistoria. La sezione Romana invece è stata riallestita, ovvero arricchita con ulteriori pezzi ritrovati. È stato un percorso che lascia un bel patrimonio a disposizione dei visitatori e delle scuole che vogliono usufruire di questi reperti per studiare le storia».

Lei è anche assessore al Parco Archeologico. Qual’è la situazione a riguardo?

«Sono stati fatti importanti scavi e studi del territorio. È stata effettuata anche una mappatura, da parte di una ditta francese, di tutto il sottosuolo interessato. Questa è solo una prima parte degli scavi. Stiamo aspettando altri fondi da parte della Comunità Europea per proseguire».

Sempre parlando cultura, cosa è stato fatto per i giovani?

«Innanzitutto è stata arricchita la biblioteca comunale continuando la catalogazione dei libri. Poi il fondo delle opere a disposizione si è implementato grazie all’aggiunta dei libri e degli elaborati di Eugenio De Signoribus. È stata creata inoltre la biblioteca per bambini, proprio per avvicinare i più piccoli al mondo della lettura. La nostra biblioteca sta iniziando quindi a diventare un punto di riferimento per il territorio».

Quali sono state le iniziative che hanno coinvolto attivamente i ragazzi?

«Durante l’anno nel Museo del Territorio sono stati realizzati dei momenti di musica e di cultura che hanno visto la partecipazione di molti giovani e la vivacizzazione di Marano. Siamo sempre pronti ad accogliere le iniziative che vengono dai ragazzi che vogliono fare aggregazione. Anzi cerchiamo di sollecitarli in questo, infatti stiamo già pensando alle iniziative da proporre per la prossima stagione, a prescindere da chi amministrerà».

Si ricandiderà alle amministrative?

«Non lo so, è un po’ presto per questo. Non è ancora delineata con precisione l’ipotetica “squadra” con la quale mi potrei ripresentare quindi per ora proprio non saprei».

Previsioni sulle elezioni?

«Anche per questo è un po’ presto. So solo che c’è tanto da lavorare e ci sono tante cose da portare a termine».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 730 volte, 1 oggi)