SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il centrosinistra litiga in vista delle prossime elezioni provinciali? Anche a destra non vogliono farsi mancare nulla: Luigi Cava, esponente del Pdl (ex Alleanza Nazionale) chiede il rinnovamento del gruppo dirigente che ha rappresentato il centrodestra negli ultimi anni. Un riferimento, probabilmente, anche al compagno di partito Pasqualino Piunti, da anni consigliere provinciale, specie quando si scrive che «le elezioni per una nuova Provincia devono essere legate indissolubilmente a programmi e uomini nuovi che non siano più quelli che la gente si è stancata di vedere e leggere sui giornali locali. Tale percorso dovrebbe instaurarsi anche nella politica sambenedettese con regole chiare che impediscano la terza legislatura consecutiva nello stesso ruolo istituzionale, e il cumulo di ruoli». Ogni riferimento a Piunti è puramente non casuale…
«Ritengo fondamentale che vengano dati forti segnali di novità all’elettorato, con volti nuovi, giovani, titolati e che non rappresentino la “solita minestra” per chi è chiamato ad esprimere il proprio consenso» scrive Cava, aggiungendo che «anche se il centrosinistra appare stordito dalla recente sconfitta elettorale e incerto sulla gestione dell’attuale presidente Massimo Rossi, giungerà sicuramente agguerrito al prossimo appuntamento elettorale del 2009».
Cava sottolinea la necessità di riflettere «sui rapporti con l’Udc e sulla nascita del Pdl che ha fatto sparire dalle schede i simboli di Forza Italia e Alleanza Nazionale, oltre che sui nuovi aspetti geopolitici determinati dalla nuova provincia: bisognerà riflettere accuratamente sul nome del prossimo candidato presidente e sui singoli candidati nei collegi».
«Da parte mia – conclude l’esponente del Pdl – tenterò con tutte le energie di avviare tale processo, anche se si sa che forti sono le reticenze
ogniqualvolta si tenti di rinnovare la Politica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)