SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ nostra abitudine, quando vediamo i nomi accostati alla proprietà della Sambenedettese Calcio, cercare di capire di chi si tratta. Lo facciamo da sempre, a partire da Antonio Venturato, il “prototipo” dei presidenti non tifosi che si avvicinano alle società di calcio per motivi tutt’altro che altruistici. Anzi il contrario. Sta succedendo adesso con i Tormenti disponibili a lasciare.
Allo stesso modo dobbiamo però rilevare che tra i tantissimi commenti che in questi ultimi giorni abbiamo pubblicato sulla situazione societaria della Samb, mi hanno colpito alcuni su Sergio Spina, imprenditore di Cupra Marittima che da sempre è molto vicino alle sorti della Samb (due anni fa fu tra gli artefici della miracolosa salvezza ottenuta dopo il fallimento del club). Dicono: è un’ottima persona, una persona seria, un grande tifoso della Samb ma, purtroppo, non ha la forza economica per acquistare la Samb da solo.
Deduzioni, secondo me, un po’ azzardate perché al sottoscritto risulta qualcosa di diverso e cioè che l’imprenditore cuprense ora impegnato a vari livelli in tutta Italia, è troppo innamorato della Samb ma principalmente molto scrupoloso e con idee diverse da coloro che lo hanno finora preceduto alla guida della società di Viale dello Sport. Secondo me, infatti, aprirebbe, sin da subito, a chi volesse collaborare con lui per ricreare quel pluralismo e quella trasparenza dirigenziale che ha fatto la storia della Samb nei suoi anni migliori. Se vorrà, nei prossimi giorni, approfondiremo il discorso con lui per capire quale siano effettivamente le sue intenzioni.
Non so se tra Spina e la Samb, in un futuro più o meno vicino (o lontano) possa esserci una comunione: il sogno di ogni tifoso è avere un presidente che, dopo una sconfitta, soffre come un vero tifoso, ed esulta allo stesso modo in caso di vittoria. Ma credo che, se questo dovesse avvenire, proprio per la prudenza che lo contraddistingue, potremmo fidarci di Sergio Spina.
Non guasta aggiungere che, tempo fa, un certo Orlando Marconi mi disse che, se un giorno dovesse prendere la Samb, lo farebbe con persone tipo Spina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.920 volte, 1 oggi)