SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Impresa ardua. Ma al Porto d’Ascoli piace cimentarsi in simile sfide. Sabato il Ciarrocchi ospiterà un testa coda da brividi: arriva il Corridonia di mister Ciarlantini che lo scorso anno sfiorò l’Eccellenza a seguito dell’eliminazione ai play off da parte della Cuprense.
Certamente il punto in classifica, le cinque sconfitte e l’unico pari rimediato non sono numeri favorevoli per i ragazzi di mister Deogratias. Il calcio insegna, però, a non fidarsi mai delle statistiche poiché possono essere stravolte.
I biancocelesti hanno l’occasione di invertire la rotta. E avere dinanzi un avversario quotato al salto di qualità può essere di stimolo ad ottenere un risultato positivo. Ovvio che Cavazzini e Di Girolamo dovranno faticare parecchio per scardinare una difesa (solo quattro le reti subite in sei partite) composta da Pazzelli, Agus, Martinelli e Mulinari. Occhio anche a Santarelli: la coppia Domizzi-Ventresini ha già segnato 3 gol a testa.
BORSINO: Più lungo del previsto l’infortunio a Sansoni: microfrattura al tallone che lo terrà lontano dal campo ancora per qualche tempo. Meno grave del previsto l’ematoma alla coscia di Novelli, si accorciano i tempi di recupero. Dovrebbero tornare disponibili Pezzoli e Cipolloni. Assente per squalifica Morelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 466 volte, 1 oggi)