SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Marco Mongardini! Ne parlavo proprio oggi, dopo aver letto i giornali nazionali»: non cogliamo di sorpresa il giornalista Paolo Sala del quindicinale “La Sesia” di Vercelli circa il nome dell’attuale presidente dell’Arquata Calcio, Marco Mongardini, formazione di seconda categoria, che è entrato in contatto con i Tormenti (lui dice di essere stato contattato) per l’acquisto di quote della Samb Calcio.
Tra i “trascorsi” calcistici di Mongardini, si parla delle sue “avventure” prima a Savona poi nella gloriosa Pro Vercelli. Paolo Sala, però, taglia corto: «Non è stato mai presidente della Pro Vercelli né ha coperto incarichi dirigenziali neanche per un giorno». Ma allora, come andarono i fatti? La Pro Vercelli, nel 2005, aveva delle difficoltà finanziarie tanto che la sua gestione venne affidata ad un comitato “Salviamo la Pro” alla cui guida c’era il presidente del consiglio comunale di Vercelli, Franco Casalino. Il comitato aveva il compito di valutare le credenziali dei tanti che, in quei giorni, si avvicinavano alla società piemontese, per evitare passi falsi.
Tra questi (eravamo nel marzo 2005) c’era anche Mongardini: «Un sabato mattina fece una conferenza stampa per dire che lui era presidente della Pro Vercelli e aveva acquistato le quote, ma questo, di fatto, non avvenne – spiega il giornalista de “La Sesia” – Il tutto durò un paio di settimane, non di più, poi Mongardini scomparve dalla circolazione».
«Ricordo – aggiunge Sala – che portò qui a Vercelli anche un attore di film di serie B, Arquilla, che si presentò come presidente della Pro Vercelli, poi con il povero Scoglio a Pizzighettone. Diceva di essere amico di Franco Funari…»
Tra le altre similitudini con quanto sta avvenendo a San Benedetto, Sala afferma che Morgandini prometteva di portare, come allenatore, Roberto Pruzzo (l’ex bomber della Roma protagonista di una tragicomica avventura con la Samb di Soldini nel ruolo di vice di Giannini). Anche allora si parlava di una vicinanza di Tacconi a Mongardini, anche se l’ex numero uno di Juve e Nazionale (ma anche della Samb) non si è mai visto dalle parti di Vercelli.
Tacconi, ad ogni modo, al momento non ricopre nessun incarico nell’Arquata, ma segue la squadra appenninica solo nelle vesti di “amico” di Mongardini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.495 volte, 1 oggi)