GROTTAMMARE – Dopo il manifesto di Legambiente e dopo il cartellone del comitato La Formica, interviene sul ripascimento delle spiagge anche il presidente dell’ Associazione Operatori Turistici Grottammare Umberto Scartozzi.

Scartozzi sostiene quanto detto dal comitato La Formica, affermando che il ripascimento sarebbe solo un palliativo, che questo non durerà neanche una stagione, che «basta una mareggiata seria per compromettere già tutto il lavoro spendendo inutilmente soldi pubblici, senza un intervento strutturale serio che possa veramente costituire elemento di protezione all’erosione».

Inoltre Scartozzi entra nel vivo, affermando: «Sono sconvolto nel leggere che il Sindaco Merli dica che si tratterà di un “intervento risolutivo”: ma come, senza che vengano fatte le scogliere? Vogliamo prendere in giro di nuovo i cittadini e gli operatori turistici della zona, come ormai succede da anni, nel dire che si sistemerà la spiaggia sud di Tesino? Studi recenti confermano che il livello del mare avanza un millimetro all’anno e in Europa ancor di più».

Il presidente dell’AOT si chiede anche come mai questo cambiamento di idee, prima le scogliere, poi ripascimento e scogliere poi solo ripascimento: «Voglio vedere che bella immagine sarà quella di fare immensi mucchi di sabbia la prossima primavera per i turisti che verranno a visitarci».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 720 volte, 1 oggi)