PARIGI – Ognuno ha le sue. Se l’Italia e la Campania hanno avuto del loro nel cercare di risolvere l’imbarazzante, dal punto di vista sanitario mediatico, problema dei rifiuti c’è chi attualmente, sempre da quel lato, non se la passa molto meglio.

Difatti la Francia e la sua capitale, la prestigiosa Parigi o “Ville Lumiere” è alla prese con un problema altrettanto terreno e poco invidiabile. La “Gare Saint Lazare” , stazione ferroviaria nel pieno centro della capitale frequentata ogni giorni da ben 450 mila viaggiatori, è stata completamente infestata da grossi ratti.

Sembra che una colonia sterminata di questi mammiferi dalla lunga coda e dal corpo unto di liquami da fogna abbiano tutta l’intenzione di occupare in pianta stabile l’intera zona. A migliaia, specie verso sera, risalgono dal sottosuolo e, come in un film di “zombie”, si aggirano tra rotaie, distributori automatici di cibi e bevande, cestini delle immondizie abbandonati.

I responsabili della stazione non sanno più che “pesci” prendere e, vicini ad una crisi di nervi, danno la colpa ai lavori del sottosuolo che hanno costretto questi poco invidiabili visitatori ad emigrare verso i “quartieri alti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 735 volte, 1 oggi)