SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Provincia e Comuni a confronto: si è svolto nel pomeriggio di lunedì 6 ottobre, presso la sala consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, l’incontro “Riviera delle Palme ed entroterra”, nell’ambito della Campagna di Ascolto dei Comuni, un confronto tra la Provincia e gli amministratori locali in vista della stesura dei principali atti di programmazione, tra i quali il Piano Opere Pubbliche ed il Bilancio di previsione, per l’anno 2009.
Il presidente della Provincia Massimo Rossi comunica come la settimana passata la Provincia abbia presentato un progetto di conversione, alla Regione e al Ministero dello Sviluppo Economico, dell’ex Sgl Carbon in centro di ricerca e di trasferimento di tecnologie (in particolare nanotecnologie, robotica e design) legate alle attività dei poli universitari presenti in provincia.

I fondi per la conversione, che a regime dovrebbe fruttare 450 posti di lavoro, afferma Rossi «ci sono, come pure l’interesse della Regione, che ha definito questa opera come obiettivo primario, e l’interesse di importanti aziende italiane ed estere».
Il primo sindaco a prendere la parola, Giovanni Gaspari, spiega come si sia ormai giunti a buon punto per l’istituzione della biblioteca di quartiere presso l’Itc “Capriotti”, in zona Ragnola, in vista dell’incontro con la preside dell’istituto che si terrà la settimana prossima per la stipula della convenzione. Auspica inoltre che il Palazzo del Lavoro presso l’area Vannicola a Porto d’Ascoli venga al più presto completato. L’assessore provinciale Maroni rassicura che i lavori, per un importo pari a circa 700 mila euro, termineranno entro la primavera dell’anno venturo.
Il sindaco di Grottammare, Luigi Merli, solleva il problema della carenza di lavoro e chiede che ci si applichi insieme per stimolare l’imprenditorialità locale attraverso una maggiore unità di intenti per portare avanti progetti importanti come quello relativo alla Sgl Carbon.
Riguardo al tema della metropolitana di superficie, supportato nella sua richiesta dal vice sindaco di Monteprandone, Adriano Bordoni, il primo cittadino di Grottammare non nega l’importanza di ragionare su una ipotetica bretella o su una strada di collegamento alternativa alla Ss 16 tra San Benedetto e Grottammare, tuttavia sottolinea la necessità di stimolare una mobilità alternativa e di «far fruttare quell’ingombro-ferrovia che spacca le nostre città».
Pietro D’Angelo, presidente della Riserva naturale della Sentina, ribadisce come l’area necessiti di ingenti fondi per poter essere rigenerata. Fondi spesso disponibili ma di difficile accessibilità anche per la macchinosa comunicazione con gli uffici competenti del Comune di Ascoli Piceno, che ricordiamo detenere la proprietà del 70% dell’area. Il presidente Rossi si dichiara disponibile per un’attività di mediazione nell’incontro con il comune di Ascoli.
Il sindaco di Cupra, Giuseppe Torquati,, sottolinea l’importanza del Parco archeologico, i cui fondi per la valorizzazione dovrebbero rendersi disponibili per il 2009. Chiede inoltre che venga sistemato il primo tratto della strada provinciale San Silvestro, che nelle condizioni attuali risulta essere molto pericoloso per il transito dei pedoni costretti ad utilizzare torce elettriche per segnalare la loro presenza alle auto.
Hanno partecipato all’incontro anche i sindaci e i rappresentanti dei comuni di Massignano, Cossignano, Acquaviva Picena e Ripatransone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 904 volte, 1 oggi)