DAZZI 6: nessun intervento di rilievo ma sembra sempre ben piazzato. Finora uno dei migliori e la Samb ha appena due punti.
TINAZZI 6: mai negativo nei suoi interventi ma, alla buona tecnica, non aggiunge forza fisica anche perché non ha nelle gambe grande potenza.
PADULA 5: un paio di bei numeri ma fini a se stessi. Non è determinante oltre la metà campo, molto meno a livello difensivo.
PALLADINI 7: meriterebbe addirittura 8 per l’impegno, la determinazione e la classe che mette su ogni pallone. Purtroppo devo fermarmi al 7 perché, nonostante tutto, non può risultare decisivo per il risultato con i suoi 37 anni.
MOI 7: idem come Palladini, classe a parte. E’ il giocatore che piace ai tifosi ma anche agli allenatori perché non molla mai e non vorrebbe mai perdere. Oggi non ha occasioni per provare a fare la differenza.
BONFANTI 6: meglio che nelle gare precedenti. Oggi è preciso e tempista. Predilige l’appoggio a rinvii alla cieca che fa solo quando è costretto.
TITONE 6: ha buone capacità con giocate che lasciano pensare ad un futuro roseo. E’ sfortunato in una mischia che stava risolvendo ma crescerà benché non vedo come il resto della squadra possa aiutarlo a diventare un Carlini o qualcosa di simile.
FERRINI 6: lui sì che farebbe la differenza con una squadra più equilibrata, completa e direi meglio guidata. La Samb, infatti, oggi sembra un complesso “fai da te” con conseguenze quasi sempre negative.
PIPPI 6: troppo lento nei movimenti ha opportunità solo grazie ad una buona elevazione e al tempismo nei colpi di testa. Dore che può sfruttare in una sola occasione. C’è un rigore su di lui ma si trovava in fuorigioco.
TUSSI 5: per ora sembra un ottimo giocatore di serie D ma il giudizio è senz’altro prematuro. Le prossime tre gare ci faranno capire chi è.
MORINI 6: in aggiunta o appoggio a due buoni attaccanti (uno fuori casa) potrebbe esprimersi molto meglio. Di lui, comunque, questa Samb non può fare a meno.
Dalla panchina
Magnani 6: strano il destino di questo calciatore: quando è stato schierato come ala destra ha fatto sempre bene. Non si sa perché, però, Piccioni lo fa spesso giocare in ruoli diversi e a sinistra.
Visone 5,5: non è ancora pronto, attualmente Forò è meglio.
Caselli 6: a rischio carriera se viene messo in campo nei momenti più difficili. Si fa vedere con un paio di spunti seppur innoqui.

Mister Piccioni: ci sembra che faccia più affidamento sulla volontà dei ragazzi che su un progetto tecnico-tattico intelligente. Ho l’impressione che manchi di esperienza per certi livelli ma che non vuole rendersene conto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 983 volte, 1 oggi)