Centobuchi-A.Trivento 2-0
CENTOBUCHI: Albanesi, Trasatti, Coccia, Croceri, Corradetti, Marranconi, Francia (62′ Cesani), Calvaresi, Argira (77′ Cardinali), Smerilli, Del Grande (87′ Erbuto).
A disposizione: Freddi, Cappella, Tullii, Filiaggi. Allenatore: Izzotti
ATLETICO TRIVENTO: Cascella, Ciafardini, Boscia, D’Aversa, Barbato, Gentile (58′ G. Monaco Di Monaco), Bernardi (67 ‘Palombizio), Corradino, M. Monaco Di Monaco, Iaboni, Malzoni Concecao (50’ Incitti).
A disposizione: Di Stasi, Mainella, Leone, Del Zingaro. Allenatore: Carannante
Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore (Napoli).
Reti: 28′ Del Grande(C), 76′ Argira(C).
Ammoniti: M.Monaco Di Monaco(A.T.), Coccia (C), D’Aversa (A.T.).
Recuperi: 1’+ 4′.
Angoli: 1-5.
Spettatori: 400 circa, di cui 60 circa provenienti dal Molise.
MONTEPRANDONE – Prima vittoria in campionato per gli Izzotti boys che liquidano con un secco 2-0 l’ Atletico Trivento, relegandolo in ultima fila. Un successo che fa morale e potrebbe essere la molla per la rimonta dei biancocelesti.
Eppure il primo tempo, al termine del quale i padroni di casa conducevano per 1-0, era sembrato bugiardo. I biancocelesti hanno sofferto molto l’assenza a centrocampo di Simoni squalificato, specie quando gli ospiti ripartivano in contropiede.
Partenza sprint quella dei gialloblu: al 3’ Corradino aveva sui piedi la palla buona ma il suo tiro veniva respinto coi piedi da Albanesi. Passava un solo minuto e Bernardi, smarcato dalla sinistra, entrava in area ma sparava alto sopra la traversa.
Al 12′ scambio Bernardi-Iaboni con conclusione di piatto centrale di quest’ultimo con Albanesi che bloccava in due tempi. Al 15′ Iaboni per Bernardi che crossava dalla sinistra trovando in area Malzoni Concecao, il quale si girava e batteva a colpo sicuro trovando però sulla sua strada ancora Albanesi che d’istinto deviava di piede in corner.
Dopo lo sbandamento iniziale dei locali era una prodezza individuale di Del Grande a sbloccare la gara rompendo il disequilibrio locale. Il minuto era il 28′ quando la punta monteprandonese prendeva palla a centrocampo, saltava in dribbling una serie di avversari avvalendosi anche di favorevoli rimpalli, quindi giunto dinanzi a Cascella lo batteva con un preciso rasoterra. Il gol valeva l’ipoteca della gara ed era la medicina utile per sbrogliare una fastidiosa matassa.
Nella ripresa si spegnevano le velleità degli ospiti e il Centobuchi amministrava il risultato con ordine e attenzione. Al 74′ il nuovo entrato Cesani dalla destra colpiva un palo esterno. Poi in contropiede i locali trovavano il meritato raddoppio che legittimava a quel punto la vittoria, quando uno scambio Crocieri-Del Grande portava quest’ultimo dalla destra a pennellare un preciso cross spizzato di testa in tuffo da Argira.
In sala stampa Izzotti, seppur soddisfatto della vittoria e realista sulle difficoltà iniziali create dagli ospiti, rifiuta di rilasciarsi dichiarazioni affermando: «Con lei non parlo, io non ho nulla da dire. Vada a sentire i tifosi», evidentemente risentito dalle dichiarazioni riportate a suo tempo da questo giornale quando alcuni tifosi paventavano un ritorno di Marocchi in panchina.
Il tecnico molisano Carannante invece esprime il suo rammarico così: «Meritavamo di più. Buon primo tempo il nostro. Male il secondo tempo, in cui non c’è stata la reazione sperata e il Centobuchi giustamente ha amministrato chiudendosi bene. Nel calcio è così, chi la butta dentro vince».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)