R.Curi-Grottammare 0-0
R.CURI ANGOLANA: Fanti, Ciofani, Zarini, Zaniratto, Avolio, Fuschi, Cacciatore, Rachini (80’ Puglia), Pazzi, Giandomenico, Galasso. Allenatore: Vivarini
GROTTAMMARE: Domanico, Nicolosi, Marcatili, Polenta, Oddi, Del Moro, Adamoli, Rulli (83’ Vrioni), Di Felice, Puglia G. (77’ Pignotti), Pasquini. Allenatore: Scarfone
ARBITRO: Rabilotta di Sala Consilina
ESPULSI: 91’ Avolio (RC)
CITTA’ SANT’ ANGELO – Colpo su colpo. Così il Grottammare è riuscito a strappare un punto sull’infido campo del Renato Curi facendo acquietare la proverbiale verve dei padroni di casa.
In effetti i locali fanno subito la voce grossa guadagnando nella prima mezz’ora di gara tre angoli che tuttavia non si rivelano pericolosi per Domanico.
In risposta gli uomini di Scarfone si distendono bene in due distinte occasioni rendendosi insidiosi con la bella giocata di Puglia e a seguire con quella di Di Felice. Squadre dunque al riposo dopo un primo tempo giustamente equilibrato e al rientro il Renato Curi cerca di imprimere alla gara un ritmo più sostenuto facendo pressione nel tentativo di trovare dei varchi accessibili nelle retrovie avversarie.
Il Grottammare, punto nell’orgoglio, reagisce a sorpresa creando parecchie occasioni per portarsi in vantaggio e con l’ingresso di Pignotti reca scompiglio nella difesa locale che a un certo punto non sa più che pesci pigliare.
Buona l’intuizione di Di Felice che in posizione favorevole carica il sinistro con la palla che sorvola di pochissimo la traversa. I padroni di casa si vedono costretti ad agire in contropiede ed il numero uno grottammarese è bravo a sventare un paio di azioni velenose addomesticate dalla guardinga difesa.
Nel finale concitato c’è anche l’espulsione di Avolio ma dopo una manciata di secondi il direttore di gara dice che può bastare e manda tutti negli spogliatoi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 578 volte, 1 oggi)