SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il portiere in seconda Ascani si accascia improvvisamente al suolo portandosi le mani alla testa: sono stati momenti di paura, al campo Ciarrocchi di Porto d’Ascoli, quando il giovane numero uno è stato subito soccorso dai compagni che lo hanno portato a braccia verso la panchina dove gli è stata praticata una fasciatura in attesa della autoambulanza che è venuta a prenderlo poco dopo. Per lui si paventa una distorsione al ginocchio dovuta molto probabilmente ad un sfortunato appoggio del piede.

Per il resto consueto allenamento di fine settimana sul terreno sintetico del “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli. Piccioni ha riproposto il solito 4-3-3 schierando nella prima parte della sgambatura Dazzi, Marino, Moi, Padula, Tinazzi in difesa, mentre a centrocampo hanno giocato Ferrini, Tussi, Palladini con Cigan esterno in appoggio ai due “baby” Melchiorri e Caselli.

Nella seconda parte Palladini e Ferrini hanno lasciato il posto a Iacoponi e Visone mentre in attacco Melchiorri e Caselli hanno ceduto il posto a a Morini e Pippi, attesi da parte dello sparuto ma attento gruppetto di tifosi che hanno assistito all’allenamento.

Specialmente Morini, fin da subito, è apparso molto in palla e reattivo, mentre Pippi stenta ancora a trovare il ritmo vista la prolungata assenza. Si è notato molto movimento e voglia di impegnarsi.
Per la partita con il Lumezzane l’allenatore rossoblù dovrebbe schierare Dazzi in porta, Tinazzi e Padula sulle fasce con Moi e Marino (Bonfanti) centrali. A centrocampo quasi sicuramente Ferrini e Visone esterni con Tussi (Iacoponi) centrale mentre in attacco sicuro il rientro di Morini che andrebbe a fare coppia con Cigan  sulle fasce lasciando il centro a Melchiorri o Caselli a meno che Piccioni non voglia tentare da subito la carta Pippi che però è apparso ancora in ritardo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.889 volte, 1 oggi)