ACQUAVIAVA PICENA – I Carabinieri di Acquaviva hanno aggiunto un’altro brillante risultato dopo quello che ha permesso in settimana l’arresto dello spacciatore internazionale di origini tedesche.
Difatti, le indagini che hanno permesso di arrestare il pusher tedesco, P.G., non si sono fermate con il suo arresto ma i Carabinieri di Acquaviva nella giornata di ieri mercoledì 1° ottobre, hanno effettuato altre perquisizioni che portavano ad una casa di Colonnella nella quale risiedeva D.C. un altro 33 enne pregiudicato di origine teramane, complice di P.G.

Nell’appartamento erano rinvenuti ulteriori 100 grammi di hashish. Da qui la denuncia in stato di libertà per “detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio” che veniva notificata in carcere al P.G. mentre il soggetto abruzzese è tutt’ora latitante.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.180 volte, 1 oggi)