ASCOLI PICENO – Mancano almeno 10 mila litri di sangue per rendere autosufficiente, sul fronte della donazione, la Regione Marche: lo ha detto la presidente della sezione provinciale dell’Avis, Rossana Teodori, durante l’ultimo consiglio provinciale, dello scorso 30 settembre: «Abbiamo 8.400 donatori nelle Marche – ha detto la Teodori – ma non è sufficiente». L’ordine del giorno proposto dalla Conferenza dei Capigruppo, ovvero di adesione all’appello dell’Avis, è stato approvato poi all’unanimità dal consiglio: «Donare il sangue rappresenta un esempio di solidarietà di alto valore civico – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Licia Canigola – e per le istituzioni costituisce un dovere etico promuovere la cultura della donazione ed adoperarsi in maniera sinergica per conseguire un assetto organizzativo che consenta al sistema sanitario marchigiano di raggiungere l’autosufficienza».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 518 volte, 1 oggi)