SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il pilota Marco Pennesi con l’imbarcazione Gfn Gibellato è arrivato secondo nella classifica finale Evolution Class del campionato mondiale 2008 Powerboat P1, la Formula Uno del mare. Primo classificato l’equipaggio Fountain Worldwide a bandiera inglese.
Un’eccellente impresa per il team Metamarine Corse, che si è battuta alla pari contro i big della cantieristica sportiva americana ed i colossi del motorismo internazionale. Un’imbarcazione integralmente figlia del cantiere di San Benedetto del Tronto, con il solo supporto esterno di Seatek, l’unico motore italiano (brianzolo) in gara e l’unico diesel autenticamente da mare.

Il campionato, iniziato il 9 maggio proprio a San Benedetto, si è concluso nelle acque di Portimao, in Portogallo, in una cornice avversata dal maltempo che ha costretto ad annullare la seconda delle due gare previste; la prima era stata vinta dagli italiani di Kiton Outerlimits, il più serio dei contendenti di Marco Pennesi per il posto d’onore, mentre Gfn Gibellato accusava un guasto alla guarnizione di una turbina che la relegava al quarto posto. La sfida finale è stata così rinviata alla gara della domenica con il titolo ormai nelle mani dell’inglese Fountain e con Kiton e Gibellato a pari punti ed una evidente tensione che nemmeno la bufera meteorologica è riuscita a spegnere.

Ci hanno pensato gli organizzatori, annullando per motivi di sicurezza la gara ed assegnando a Marco Pennesi il bonus di 50 punti che gli spettava per non aver mai cambiato i motori. La stagione 2008 passa così alla storia con qualche rimpianto ma con la soddisfazione di aver tenuto alto l’onore sportivo e tecnologico italiano.

Meritano sicuramente i complimenti i bravissimi collaboratori di Metamarine Corse che hanno assistito la barca in cantiere e sui campi di gara: Antonio Giuliani, Antonio Avallone, Luigi Bisceglia e, non ultimo, Stefano Bonanno, giovane nipote di Marco Pennesi e bravissimo trottleman nella conquista del Campionato Italiano 2008. Anche Martino Cama tecnico della Seatek merita il suo giusto elogio.

I programmi per la stagione 2009 sono in corso di definizione; l’entusiasmo non manca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.026 volte, 1 oggi)