MACERATA – Il precursore del dialogo tra oriente e occidente, Padre Matteo Ricci, protagonista della mostra allestita a Pechino. In occasione delle celebrazioni del IV° centenario della morte del gesuita maceratese sarà allestita nella capitale cinese all’interno della Città Proibita tra l’autunno 2009 e la primavera del 2010 la mostra “Padre Matteo Ricci. L’Europa alla Corte dei Ming”. Successivamente trasferita a Shangai, Roma e Macerata (2010-2011), l’esposizione consentirà di far conoscere al grande pubblico la figura e l’opera di Ricci, dalla sua formazione fino all’incontro con l’oriente.

Proseguono i lavori del Comitato promotore delle celebrazioni per il IV° centenario della morte di Padre Matteo Ricci (1610-2010), presieduto dall’onorevole Adriano Ciaffi: si riunirà il 3 ottobre, per valutare l’esito delle domande presentate dagli enti alla Consulta presso il ministero per i Beni e le attività culturali, per approvare il programma delle iniziative che si terranno nel triennio 2008-2010, per gestire, nell’ambito delle risorse disponibili, la fase preparatoria e le attività locali utilizzando i finanziamenti nazionali, regionali, provinciali e comunali.

Il presidente della giunta regionale Gian Mario Spacca ritiene che «le celebrazioni del IV° centenario della morte di Padre Matteo Ricci costituiscano un’occasione storica non solo per valorizzare la conoscenza sul piano storiografico e scientifico della figura e dell’opera del grande maceratese, precursore del dialogo tra oriente e occidente, e sviluppare i legami culturali e il rapporto con la Cina, ma anche per approfondire le relazioni economiche e gli scambi commerciali tra le Marche e l’Oriente».

Da segnalare la pubblicazione in lingua italiana e inglese dell’opera omnia di Ricci, in tutto 11 volumi, la realizzazione nell’ambito delle celebrazioni per il 150 anniversario dell’Unità d’Italia, della sede dell’Istituto nazionale per le relazioni con l’Oriente, per il quale sono stati stanziati 7 milioni di euro. Da ricordare, infine, l’invito di Spacca al Presidente della Repubblica Popolare Cinese a recarsi nelle Marche in occasione della sua visita ufficiale in programma per il prossimo anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.084 volte, 1 oggi)