SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mister Piccioni resta alla guida della Samb. E’ stato una giornata difficile per i Tormenti, coperti dalle critiche della tifoseria e della stampa per i magri risultati della squadra, ultima in classifica e con appena un punto in cinque partite (zero reti realizzate). Sembrava maturasse qualche novità, invece i Tormenti hanno deciso di dare ancora fiducia al loro allenatore (cosa che invece non era successa due anni fa con Calori, che era nella identica situazione di Piccioni).

Contro il Lumezzane, domenica prossima, il tecnico di San Benedetto avrà comunque la sua ultima occasione, e solo una vittoria potrebbe ridare respiro all’umore di una piazza che appare stordita e incapace di reagire, come invece è avvenuto, in situazioni anche più difficili, negli ultimi anni. Certo è che anche con la conferma di Piccioni la dirigenza è chiamata a dare una scossa all’ambiente, superando il difficile momento. Purtroppo, nella San Benedetto rossoblu si respira – ovviamente – un’aria molto tesa, e sembra che nessuno abbia la forza e la lucidità necessaria per uscire da questa situazione: società, allenatore, calciatori e piazza sembrano spaesati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.819 volte, 1 oggi)