ASCOLI PICENO –  Rapinato dai parenti all’uscita dal lavoro. È successo ad un magrebino verso le 22 del 28 settembre, nei pressi dell’Ospedale Luciani di Ascoli. Il fratello e la sorella gli hanno sottratto la borsa con dentro cellulare e portafoglio. La prontezza del rapinato, che si è subito rivolto alla questura, hanno fatto si che il fratello M.A di 36 anni e la sorella M.S. di 27 – entrambi residenti in provincia di Ascoli –  venissero rintracciati da una volante dei Carabinieri sulla strada provinciale Venarottese.

Il maltolto è stato recuperato, il cellulare era nascosto sotto il tappetino della macchina con cui i due erano fuggiti, che hanno subito ammesso la loro responsabilità, indicando anche il luogo dove poter ritrovare il portafogli, intatto. Ora sono in stato di arresto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 532 volte, 1 oggi)