SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ ancora in “prognosi riservata” presso l’ospedale regionale “Le Torrette” di Ancona Alessandra C. diciannovenne di Martinsicuro. Nel pomeriggio di venerdì verso le 17,25 (ora della segnalazione arrivata ai Vigili del Fuoco di San Benedetto), ha avuto la peggio in un incredibile quanto violento incidente stradale avvenuto nella sopraelevata dello svincolo Ascoli-Mare. nell’impatto sono state coinvolte ben tre macchine, tutte guidate da donne.

Oltre alla giovane donna, che era a bordo di una Fiat 600, sono rimaste coinvolte L.I. ,un’ ascolana di 24 anni che, al volante di una Opel, ha impattato frontalmente contro la piccola autilitaria. Nella scia è stata coinvolta anche T.D di 38 anni che era alla guida di una lancia “Y”.

Sul posto accorrevano immediatamente sia un’ambulanza del 118 che i Vigili del Fuoco i quali, dopo aver estratto Alessandra dalle lamiere, l’affidavano al nucleo medico di pronto intervento che si dirigeva a sirene spiegate verso l’Ospedale “Madonna del Soccorso”.

Le condizioni della giovane apparivano subito molto serie tanto che si doveva procedere all’asportazione immediata della milza oltre alle cure per altri traumi ossei.

Nella prima mattinata di sabato è stata successivamente trasferita in eliambulanza al nosocomio regionale non prima di essere stata avvolta in un “materassino a decompressione” onde evitare ulteriore stress.

A tutt’oggi, mentre le sue condizioni permangono gravi, per le altre due la prognosi è di alcuni giorni trattandosi di ecchimosi e ferite superficiali. Non sono ancora chiari i motivi dell’incidente anche se non si esclude il fondo bagnato causato dai violenti rovesci temporaleschi che si sono abbattuti sulla Riviera per tutto il pomeriggio di venerdi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.153 volte, 1 oggi)